Dalle scuole, per le scuole - LICEO TOMMASO STIGLIANI

Trova
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dalle scuole, per le scuole

EVENTI
Report conclusivo attività “dalle scuole, per le scuole”:

il Liceo “Tommaso Stigliani” protagonista degli itinerari culturali all’estero per Matera Capitale della Cultura 2019: lunedì 25 marzo 2019, l’evento all’istituto “Ivan Vazov” di Plovdiv (Bulgaria),
in collaborazione con il MIUR, USR Basilicata e l’Istituto di Cultura Italiana di Sofia

Il Liceo per le Scienze Umane, Linguistico, Economico-Sociale e Musicale “Tommaso Stigliani” di Matera, già selezionato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, quale scuola di eccellenza, per partecipare agli eventi e alle iniziative dell’anno europeo di Matera Capitale della Cultura 2019, lo scorso 25 marzo, ha partecipato all’evento“La valorizzazione del Patrimonio Culturale: l’interpretazione delle scuole e la sua diffusione attraverso Matera2019”.
Una delegazione di 7 studenti del liceo materano, accompagnati dal Dirigente Scolastico, Rosanna Papapietro, dalla Prof.ssa Brunella Buonsanti e dalla Dirigente dell’ USR, Prof.ssa Debora Infante, ha raggiunto la capitale bulgara Sofia il 24 marzo. Il giorno dopo, la delegazione è stata ospite presso il Liceo Linguistico Bilingue “Ivan Vazov” di Plovdiv città bulgara che è Capitale europea della Cultura 2019, insieme a Matera.
Nel corso della manifestazione sono intervenuti alti rappresentanti del MIUR e dell’Istituto di Cultura Italiana di Sofia, della Fondazione Plovdiv 2019, ma è stata data la parola soprattutto alle scuole che sono state premiate per i migliori progetti di valorizzazione del patrimonio culturale locale italiano.
Per lo “Stigliani” è stato proiettato il video “Ritmi e Sapori della Murgia materana”, ideato dalle Professoresse Natalia Bonello ed Emilia Venezia, realizzato dagli studenti del Liceo “Stigliani” in collaborazione con il Parco Murgia Materana, il CEA e il centro di Geodesia Spaziale - ASI, su scienza e ambiente, conoscenza e tutela del territorio, arte rupestre, musica e folklore, cultura del pane. Alle attività, inizialmente concepite per il Liceo Musicale, hanno collaborato in seguito tutti gli indirizzi della scuola, supportati anche dallo Staff di Dirigenza del Liceo “Stigliani” e dalle Professoresse Valeria Fiore e Patrizia Spedicato.
Il video è stato accompagnato dalla presentazione dei percorsi culturali che ne sono stati fondamenta e corollario, da slide e altri piccoli video di approfondimento e dalla realizzazione , davanti ad una curiosa platea, di uno strumento musicale tradizionale (la cupa cupa) che è stato anche suonato, intonando brani folkloristici della Matera antica. La presentazione dei ragazzi è stata curata e coordinata dalla Prof.ssa Brunella Buonsanti, docente accompagnatrice.
A Plovdiv era presente anche un’altra delegazione di studenti e docenti, anch’essi selezionati quali componenti di una scuola di eccellenza, provenienti dall’Istituto IPSSAR
“Pellegrino Artusi” di Riolo Terme (RA), gemellato con l’istituto materano. L’istituto “Artusi”
ha presentato il video “Io pascolo ovunque”.
Nel pomeriggio, dopo un buffet a base di cibi tradizionali bulgari, alcuni docenti e studenti del liceo “Vazov” hanno guidato il gruppo italiano fra le bellezze di Plovdiv.
In serata, cena di gala e di arrivederci a Sofia, con un ospite di eccezione, il viceconsole italiano in Bulgaria Dott. Francesco Calderoli, che si è complimentato con i delegati delle scuole presenti per la promozione della cultura italiana all’estero, ricevendo in dono dagli studenti dello “Stigliani” un cucù portafortuna.
Molto positivi i riscontri da parte dei 7 studenti che hanno partecipato al viaggio in Bulgaria. Queste le loro testimonianze:
"Ritmi e sapori della murgia materana" è il titolo del progetto che io ed altri 6 ragazzi della mia scuola abbiamo presentato nel liceo "Ivan Vazov" a Plovdiv. Lo scopo del progetto era far conoscere quelle che sono le tradizioni tipiche del nostro territorio e direi che ci siamo riusciti.
È stato un piacere visitare la capitale della Bulgaria, Sofia, e l'altra bellissima capitale europea della cultura 2019, Plovdiv, in cui abbiamo conosciuto persone molto interessanti con cui confrontarci e mantenere contatti; altrettanto simili sono i rapporti che abbiamo instaurato con gli altri ragazzi di Riolo Terme con cui abbiamo condiviso questo evento . È stata un'esperienza molto bella, e ancor più bello è stato l'aver portato con orgoglio gli usi e i costumi della nostra città all'estero. Antonella Cancelliere (classe IVB Scienze Umane)

Salve sono Pietro Di Tinco e sono uno dei 7 ragazzi che sono andati a Plovdiv per presentare il progetto “Ritmi e Sapori della Murgia materana”, nell’ambito dell’iniziativa "Dalle scuole per le scuole". È stata un'esperienza magnifica e penso che sia Plovdiv che Sofia siano due splendide città che rivisiterei con molto piacere. Sono stato molto colpito dai colori dell'altra capitale europea della cultura 2019 in cui ho notato anche una piccola somiglianza con la nostra Matera e mi sono piaciute molto anche tutte le chiese presenti a Sofia con dei dipinti fantastici e delle cupole dorate mai viste. Ciò che mi ha fatto più piacere è stato conoscere ragazzi e ragazze come me di diversa etnia che sono stati davvero molto simpatici e ospitali accompagnandoci per le strade di Plovdiv. Oltre agli abitanti della Bulgaria ho avuto modo di conoscere i ragazzi di Riolo Terme che hanno vissuto con noi questa splendida esperienza e con cui sia io che i miei compagni abbiamo legato molto. Pietro Di Tinco (classe III Q Musicale)
Poter presentare un progetto vinto dalla nostra scuola in Bulgaria, a Plovdiv, non è certo una cosa che succede tutti i giorni. Per questo motivo, è stata un' esperienza speciale e "particolare". I giorni sono passati in fretta, ma sapere che alcuni studenti del liceo "Ivan Vazov" abbiano colto il messaggio del progetto, della nostra città e del nostro territorio, ha, in un certo senso, rallentato lo scorrere dei minuti, fino a fermarli. Conosce i ragazzi bulgari, visitare i luoghi della Bulgaria e l’altra capitale europea della cultura 2019, è stato un modo per aprirci al nuovo, dall' “open future” di Matera al “Together” di Plovdiv.
Giuliana Festa (classe IV A Scienze Umane)

Roberto Bolagño in una delle sue opere ha affermato che “Ogni cento metri il mondo cambia”. Questo a mio parere è quello che dovremmo sempre tener presente quando ci spostiamo, quando visitiamo altri posti, diversi dal nostro, e quando portiamo ad altri quelle che sono le nostre origini e tradizioni. Ed è questo quello che abbiamo fatto noi ragazzi del Liceo “Tommaso Stigliani”, presentando la nostra città, Matera e con essa il nostro istituto, ai ragazzi del liceo linguistico “Ivan Vazov” di Plovdiv. A mio avviso è stata un’esperienza non solo gratificante ed emozionante ma soprattutto valida culturalmente. Aver avuto la possibilità di visitare la Bulgaria, Sofia e Plovdiv, di mangiare i suo piatti tipici e di “ vivere”, anche se per poco, in quel contesto, ci ha permesso di arricchirci e di stringere legami che difficilmente si scioglieranno. Noi ragazzi del liceo “Stigliani” e dell’istituto alberghiero “Artusi” di Riolo Terme (Ravenna), abbiamo vissuto insieme momenti di ansie e agitazioni varie, prima e durante la presentazione dei nostri lavori al pubblico in sala. Anche queste ansie iniziali e soddisfazioni finali ci hanno fatto sentire più uniti. Spero di avere ancora una
volta la possibilità di fare un’esperienza di questo tipo, per avere il piacere di scoprire una città,   che,   come   Matera,   porta   il   titolo   di   “    Capitale    della    Cultura”.    Michela Rosa Gentile (classe VN Economico-Sociale)

Ogni viaggio non è un semplice spostamento da un luogo ad un altro, è una vera e propria esperienza di vita. Può essere breve o lungo, emozionante o noioso, ma ci lascerà sempre qualcosa, ognuno di noi torna a casa con qualcosa in più. Il nostro viaggio in Bulgaria è stato molto di più di quello che mi sarei aspettata. Uno dei tanti modi per tenere vive le nostre tradizioni è portarle in altri luoghi, far toccare con mano ad altre culture quella che è la nostra realtà, la nostra terra, alla quale tutti noi, chi più chi meno, siamo legati. La parte migliore però è quella di calarsi nei sapori e nei colori di un Paese molto diverso dal nostro e fare nuove conoscenze, rendendosi conto di quanto il mondo sia piccolo. Questa esperienza è stata unica e mi ha arricchita molto, come penso sia successo a tutti noi, ed è servita anche per capire che la diversità è un punto di forza e da' colore al mondo.  Daniela Russo (classe III I Linguistico)

Nessun uomo é un'isola, non possiamo fare a meno di stabilire dei legami nel corso della nostra vita. Ció superando ogni diversitá, ogni incomprensione, perché le differenze ci avvicinano, accendono in noi la curiositá che porta alla conoscenza reciproca. Questo é ció che ci ha spinto ad intraprendere il nostro viaggio in Bulgaria, aprendo la nostra mente ad un vero e proprio scambio culturale, condividendo le tradizioni di due Paesi che, seppur diversi, sono    accomunati    dalla     voglia     di     ampliare     i     propri     orizzonti.   Conoscendo ed intrecciando relazioni d'amicizia con gli studenti del liceo Ivan Vazov e con il liceo di Riolo Terme abbiamo avuto la possibilitá di un confronto con realtá differenti dalla nostra, motivo di crescita e arricchimento culturale.
Inoltre l'aver portato in Bulgaria una parte di Matera e delle sue tradizioni ci ha permesso non solo di condividerla con il mondo ma anche di guardarla con occhi diversi, apprezzandola veramente.
Roberta Scala (classe III I Linguistico)

"Ritmi e sapori della Murgia Materana". Questo, è il progetto che io e altri 6 ragazzi rappresentanti la nostra scuola, il Liceo “Tommaso Stigliani” di Matera, abbiamo presentato a Plovdiv, capitale della cultura europea 2019 assieme a Matera. È stato per tutti noi un onore poter portare le nostre tradizioni in terra straniera, un'esperienza indimenticabile quella di respirare l'aria di Plovdiv e toccare con mano quella che è una bellissima città. Non è da meno il rapporto che si è venuto a creare con i ragazzi di Riolo Terme e con gli studenti del Liceo “Ivan Vazov”, situato appunto a Plovdiv. Sono sorte molte amicizie, e qual è il modo migliore di poter scambiare culture e tradizioni, se non discutendone amichevolmente? Mi sono divertito molto. Il tempo è passato in fretta, ma il ricordo di quest'esperienza non svanirà allo stesso modo. Cristiano Tota (classe IIIQ Musicale)

A cura di Prof.ssa Brunella Buonsanti

 
Torna ai contenuti | Torna al menu